Le origini

La Barbalarga s.r.l. nasce dall’idea imprenditoriale del suo amministratore, Paolo Barbalarga che, nel non troppo lontano 2004 con alle spalle 9 anni di esperienza nel settore informatico, iniziata con la più classica della gavetta come assemblatore hardware in un allora importante e raro negozio di computer della città di Ancona e poi proseguita con costante dedizione fino ad arrivare a ricoprire il ruolo di responsabile di reparto tecnico e sistemistico di una società informatica leader della zona; decide di mettersi in proprio diventando un libero professionista nel ramo della consulenza informatica.

Da allora di cose ne sono cambiate ed oggi la Barbalarga s.r.l. è una piccola realtà con un paio di dipendenti, diversi stretti collaboratori specializzati, ed opera ad una serie di servizi in ambito locale su clienti di media entità.

Il perchè

Con la diffusione su larga scala delle più sofisticate tecnologie informatiche, all’interno di un’azienda, soprattutto se di piccola o media dimensione, è ormai impensabile avere un insieme esaustivo di competenze informatiche che possano andare dal tecnico del computer al programmatore del software gestionale, ma i costi di queste figure professionali sono molto elevati.

Inoltre tali figure spesso non sono necessarie 365 giorni l’anno, per questi motivi quindi oggi le imprese si stanno sempre più concentrando sul loro core business, gestendo in outsourcing (all’esterno) le problematiche ed i servizi informatici.
Nasce quindi per l’azienda, l’esigenza di cercare all’esterno il partner ideale. Questo significa, per ogni esigenza, analizzare i vari fornitori e prodotti per scegliere quello più adatto; spesso però la scelta avviene per passaparola, in quanto l’impresa non ha le competenze necessarie per approfondire la validità delle singole proposte.
Quindi si va in outsourcing, ma alla cieca, senza nessuno che sia in grado di giudicare se sia stata effettuata la scelta corretta o meno.

E per questo che negli ultimi anni si è sviluppata la figura del Consulente Informatico.

Il consulente informatico:
Il consulente non deve vendere un prodotto standard, né deve venderlo al prezzo più alto che riesce, né ha legami che lo vincolano con una data software-house, ma semplicemente è il rappresentante del suo cliente verso il mercato.
Ciò significa che è in grado di parlare con il proprio cliente un linguaggio in chiaro, non da informatico, così può capire le problematiche che l’azienda deve affrontare, tramutarle in un progetto, ricercare sul mercato chi è in grado di sviluppare al meglio il progetto stesso, supportare il cliente nella trattativa commerciale ed infine seguire lo sviluppo del progetto stesso fino al suo completamento, collaudandone il risultato.

I vantaggi per l’azienda:
Avere una persona di fiducia su cui contare per qualsiasi problema ed un unico riferimento
Avere assistenza immediata e qualificata
Avere una persona esperta e sempre aggiornata, perché affronta quotidianamente le problematiche più diverse e per più aziende
Avere una persona che conosce bene l’azienda, dal suo interno, che sa proporre le soluzioni migliori
Non avere stipendi fissi da pagare per risorse interne sfruttate pienamente solo in certi periodi dell’anno


0
Anni di Attività
+
0
Interventi Eseguiti
+
0
Clienti Soddisfatti
+
0
Caffè Bevuti