RMM: monitorare e gestire il reparto IT con un solo software

Amministrare un’infrastruttura informatica da remoto, rapidamente e in modo semplice è una delle principali sfide con cui ogni responsabile IT si confronta ogni giorno. Un software RMM è lo strumento di monitoraggio e gestione che risponde perfettamente a queste esigenze, garantendo esclusivamente benefici e vantaggi alle aziende che decidono di introdurne uno.

Cos’è il software RMM e qual è il suo scopo?

Un software RMM (remote monitoring and management) non è altro che una piattaforma di monitoraggio e gestione che offre una visualizzazione centralizzata di tutti gli endpoint, client, server e dispositivi di networking associati in pochi clic. Grazie a questo strumento è possibile quindi ottimizzare il lavoro quotidiano di ogni risorsa IT, riducendo ad esempio le ore di attività informatica per l’applicazione delle patch, ottimizzando costi e risorse.

Le soluzioni RMM offrono una serie di funzionalità, ma in sostanza i professionisti IT le utilizzano per svolgere tre attività principali:

  1. Avvisi e monitoraggio da remoto in tempo reale: le soluzioni RMM sono in grado di monitorare l’integrità e le prestazioni di singoli sistemi e di reti intere 24 ore su 24, 7 giorni su 7.
    I professionisti IT possono essere avvisati di potenziali problemi prima che diventino questioni spinose, creare flussi di lavoro automatizzati per gestire tali avvisi e generare report in grado di fornire un’ottima visibilità sull’attività di rete, sull’inventario delle risorse, sulla conformità e sul valore diretto del supporto IT.
  2. Funzionamento dettagliato della manutenzione e risoluzione dei problemi da remoto: grazie al software RMM, i tecnici possono distribuire software, gestire gli aggiornamenti, eseguire script e connettersi ai computer da remoto per risolvere problemi e correggere errori senza interruzioni per l’utente.
  3. Automazione della gestione IT di routine: il software RMM consente di snellire i flussi di lavoro e automatizzare un’ampia varietà di attività IT comuni, dall’installazione di patch all’esecuzione di script per creare e rispondere a ticket con criteri e azioni predeterminati.

Oltre a queste funzionalità di base, gli RMM vengono in genere utilizzati anche per distribuire e gestire attivamente prodotti per la sicurezza degli endpoint e soluzioni per il backup di terze parti.

Quali sono i vantaggi del software RMM

Nelle giuste condizioni e con una gestione adeguata, il software RMM può aiutare i provider IT a trasformare completamente le loro operazioni, rendendole più efficienti, più efficaci e, nel caso degli MSP, più redditizie. Ecco alcuni dei vantaggi derivanti dall’utilizzo del software RMM più apprezzato dai provider IT:

  • Visibilità e controllo completi da una posizione centrale: consente anche a piccoli MSP o reparti IT di supportare, proteggere e gestire un gran numero di sistemi, indipendentemente da dove si trovano.
  • Gestione IT completa tramite una visualizzazione centralizzata: grazie alle integrazioni con sicurezza degli endpoint, backup, PSA e altri software, i dashboard RMM sono utilizzati come pannello di controllo centrale, riducendo drasticamente il numero di schermate che tecnici e amministratori devono visualizzare durante il giorno.

Come scegliere il software RMM migliore?

Come per qualsiasi altro software, la valutazione delle opzioni RMM dipende in larga misura da esigenze e priorità specifiche. La maggior parte delle soluzioni RMM offre le stesse funzionalità di base, ma l’affidabilità e le prestazioni sono variabili. Sebbene uno strumento possa eccellere in alcune aree, potrebbe rimanere indietro in altre. Questo è uno dei motivi per cui è davvero importante approfittare delle prove gratuite per vedere di persona se i punti forti di una soluzione RMM corrispondono alle esigenze principali.

Oltre alle funzionalità del prodotto, gli utenti di RMM tengono conto anche di aspetti cruciali come facilità d’uso, stabilità del prodotto e assistenza clienti.

Requisiti delle funzionalità

  • Monitoraggio e avvisi: oltre alle workstation e ai server, una buona soluzione RMM dovrebbe essere in grado di monitorare i dispositivi SNMP come router, commutatori, firewall, stampanti e così via. Il monitoraggio del cloud, inclusi i server delle applicazioni e i siti Web, è un’altra funzionalità da ricercare e tutti i dati di monitoraggio devono essere forniti quanto più possibile in tempo reale in modo istantaneo. Gli avvisi dovrebbero essere facili da configurare e personalizzare, con opzioni per la ricezione tramite SMS o e-mail e/o la creazione di ticket nel sistema dedicato.
  • Accesso remoto: velocità e affidabilità sono i due fattori più importanti. Molte soluzioni RMM forniscono accesso remoto tramite l’integrazione con software di terze parti come TeamViewer o Splashtop, e le prestazioni sono variabili. Altre opzioni includono ConnectWise Control (in precedenza ScreenConnect) e la creazione di connessioni su RDP abilitato per il cloud.
  • Gestione delle patch: una soluzione RMM deve aiutare ad automatizzare l’applicazione di patch per Windows e applicazioni di terze parti, consentendo a tecnici e amministratori di pianificare con facilità gli aggiornamenti in orari non lavorativi per evitare di creare disagi agli utenti finali.
  • Reporting: deve essere disponibile un’ampia varietà di report affidabili che è possibile generare facilmente, dai report dettagliati sulla conformità delle patch e sull’inventario delle risorse alle panoramiche sulle prestazioni della rete e riepiloghi di alto livello.
  • Scripting: la capacità di avviare e programmare script (con i privilegi appropriati) è fondamentale per spalancare le opportunità di automazione e aumentare l’efficienza.
  • Integrazioni: oltre ai prodotti di backup, accesso remoto e sicurezza degli endpoint, le soluzioni RMM devono integrarsi con strumenti come Professional Services Automation (PSA), software di documentazione e altro ancora.

Altri criteri fondamentali

  • Facilità di configurazione: questo criterio può variare in modo significativo e alcune soluzioni RMM richiedono costi considerevoli di implementazione e formazione. In effetti, esiste un intero ecosistema di consulenti per l’implementazione che è sorto attorno a particolari opzioni RMM legacy. Al contrario, altre soluzioni RMM sono progettate per essere intuitive e ridurre drasticamente tempi e costi di implementazione.
  • Facilità di amministrazione continuativa: il costo reale di qualsiasi software non è limitato al costo della licenza, ma occorre tener conto del tempo, dell’impegno e del livello di esperienza necessari per gestirlo.
  • Stabilità e affidabilità: nelle soluzioni RMM utilizzate come portale di gestione centrale, qualsiasi tempo di inattività può essere estremamente controproducente e dannoso.
  • Assistenza clienti: quanto è importante avere accesso a un supporto reattivo e competente?
  • L’automazione rende il supporto scalabile: la semplificazione e l’automazione dei flussi di lavoro libera i tecnici da lunghe attività manuali e consente loro di supportare più utenti ed endpoint.
  • Supporto proattivo anziché reattivo: il software RMM consente ai service provider di sfuggire alla continua e fastidiosa attività di assistenza, aiutandoli invece ad anticipare potenziali problemi ed evitare del tutto tempi di inattività e interruzioni (scopri come l’RMM giusto può agevolare il passaggio dalla fornitura di supporto in garanzia (inglese: break/fix) alla generazione di ricavi ricorrenti con servizi gestiti).

Se vuoi maggiori informazioni mandaci una mail. 😉